1.1.        CODICE DEONTOLOGICO DEL VOLONTARIATO

ART. 1 – Il presente Codice Deontologico, previsto in tutte le categorie professionali, vuole essere semplicemente un aiuto al volontario per meglio svolgere la sua attività prestata in modo personale, spontaneo e gratuito

ART. 2 – Lo svolgimento dell’attività di volontariato presso la Comunità deve avvenire

secondo le procedure e modalità operative vigenti presso la Comunità, nonché nel rispetto delle competenze ART. 3 – Il volontario dovrà attenersi a quanto di seguito descritto:

ART. 4 –le competenze del volontariato:

Assistere l’ospite offrendo la propria compagnia, proponendo ascolto, canti, giochi, racconti, musica, ecc. e collaborare nelle attività predisposte dall’Animatore o Educatore · Segnalare al personale della struttura in servizio le problematiche o necessità riferite dagli ospiti

Non compete al volontario:

 

 

 

 

   1.2.    DECALOGO DEL VOLONTARIO 

  1. Disponibilità e impegno:
  1. Altruismo e gratuità:
  1. Rispetto e accoglienza:
  1. Professionalità e riservatezza:
  1. Collaborazione e sinergia:
  1. Discrezione e umiltà:
  1. Flessibilità e adattabilità:
  1. Apprendimento e crescita:
  1. Cura di sé e benessere:
  1. Testimonianza e promozione:

Ricorda: il volontariato è un dono prezioso che arricchisce non solo chi lo riceve, ma anche chi lo offre. Sii un volontario consapevole, responsabile e appassionato, facendo la differenza nella vita degli altri e nella tua stessa esistenza.